“Il mare che unisce”, terza edizione: il successo si rinnova e si rafforza

Lunedì, 23 Maggio 2016 Comunicati stampa

Esausti ma felici. E' un po' questa la sintesi della terza edizione “Il mare che unisce”, regata amatoriale velico-culturale svoltasi lo scorso weekend sull'asse di gara Gallipoli-Otranto-Valona, che, nonostante il cattivo tempo, ha portato a termine la sua missione.

 

Nel porto albanese, infatti, sono giunte undici barche a vela (altre dieci invece non sono partite a causa del peggioramento delle condizioni meteo), che sono state accolte con affetto e calore per aver compiuto una vera e propria impresa.

 

E così, per il terzo anno consecutivo, si è rinnovato il ponte di amicizia tra Puglia e Albania grazie al progetto “Il mare che unisce”, ideato da Vincenzo Liaci sull'asse sport, cultura e solidarietà. Un appuntamento ormai tra i più attesi nel Paese delle Aquile.

 

A testimonianza dell’interesse della manifestazione sono intervenute alla festa degli equipaggi, svoltasi sabato 21 maggio sul lungomare di Valona, presenze illustri come Stefano Bergesio, Console Generale d'Italia a Valona, Lucia Cucciarelli, responsabile dell'ufficio scuola dell'Ambasciata Italiana a Tirana, dai rappresentanti dell'Agenzia Nazionale delle Coste Albanesi dalle autorità del Comune di Valona. Considerevole anche la presenza dei media albanesi, giornali e tv locali e nazionali, con a capo Tvsh, la tv di Stato albanese.

 

Importante per gli obiettivi della manifestazione è stato il coinvolgimento della Scuola Artistica di Valona, che ha organizzato una mostra di pittura sul tema “Il Nostro Mare” e l’accompagnamento musicale con i suoi giovani musicisti.

 

Affianco a questa si è rinnovata quella dedicata ai bambini ospiti di un istituto per orfani di Valona che hanno ricevuto dei pacchi dono (materiale didattico, magliette, giochi, ecc.), portati dalle barche che hanno partecipato all’iniziativa.

Infine la chiusura della festa con al buffet i giovani studenti dell’Istituto Alberghiero di Valona e la musica della “BandAdriatica” giunta per l'occasione, nell'ambito di un progetto ideato dal Teatro Pubblico Pugliese.

 

<<Il bilancio di questa terza edizione de “Il mare che unisce” è positivo -dichiara Liaci- anche se condizionato dalle avverse condizioni atmosferiche che hanno ridotto la partecipazione e l’attività nella acque albanesi.

Per il 2017 l’obiettivo sarà di incrementare la partecipazione alla Regata “Trofeo Isola di Saseno” contando sulla presenza di imbarcazioni provenienti da tutta la Puglia, con manifestazioni che si affiancheranno a “Vele per la Cultura”e “Vele verso il Sole” >>.

“Il mare che unisce”, terza edizione: il successo si rinnova e si rafforza